Questo signore con la pancia globosa ha il fiato corto, la faccia rossa, il collo corto, la pressione alta e russa durante il sonno. Da tempo soffre di lombalgia. Vediamo da vicino il  perché.



La forma della sua pancia è dovuta non tanto al grasso, ma alla dilatazione dell’intestino per eccessiva formazione di gas (sovraccarico alimentare, ristagno di feci; vedi sopra). Questo determina il rialzo del diaframma (membrana muscolare fra torace ed addome, serve per respirare); il torace si allarga sia da un lato all’altro, sia come diametro antero-posteriore. Di conseguenza il collo sembra più corto. Un’altra conseguenza è lo spostamento in alto e la rotazione del cuore, che in questa posizione riceve meno sangue e risulta anche ostacolato nella sua funzione di pompa. I polmoni non lavorano più bene nelle parti basse, e questo deteriora l’ossigenazione del sangue. Ecco spiegati il colore rosso della faccia (dovuto ad una minore ossigenazione della pelle) ed il fiato corto. L’innalzamento della pressione arteriosa trova con-cause nelle alterazioni della circolazione e nel calo della funzione di pompa del cuore. Infine, una parziale paralisi del palato molle, dovuto alle scorie che intasano i tessuti molli, si manifesta con il fastidioso russare, ma anche con vere e proprie apnee notturne. La maggiore richiesta di spazio da parte dell’intestino rigonfio di gas ha conseguenze anche per la colonna vertebrale, che è “costretta” ad inarcarsi soprattutto a livello lombare (lordosi). La distribuzione del (sovra)peso non è più fisiologico sulle singole vertebre e causa dolori e degenerazione precoce (spondiloartosi, ernia del disco etc.)

Questo è solo un esempio molto semplificato, ma alquanto frequente. Le patologie che trovano giovamento dalla cura Mayr sono molteplici con svariati meccanismi d’azione.

Intestino: viene messo a riposo; ha la possibilità di guarire da croniche irritazioni e di tonificare i tratti paralitici; rigenera la sua mucosa e rinnova le sue funzioni di assorbimento, di eliminazione, di transito e di autopulizia.

Addome: normalizza il suo volume con benefici quasi immediati per la respirazione (abbassamento del diaframma con aumento del volume respiratorio) e per la colonna vertebrale (correzione della lordosi lombare e cervicale).

Torace: con l’abbassamento del diaframma le costole ruotano verso basso/dentro; lo sterno ritorna in posizione parallela alla colonna (non più sporgente sul piano anteriore); il cuore assume una posizione più allungata con la punta verso basso/avanti; migliora la propria irrorazione e la sua contrattilità.

Fegato/reni: non devono più elaborare ed eliminare sostanze tossiche prodotte nell’intestino da ristagno fecale e sovraccarico digestivo; non sono più compressi dall’intestino dilatato, ricevono quindi più sangue con più ossigeno e possono lavorare meglio.

Organi pelvici: comprendono la vescica e gli organi sessuali. Con il normalizzarsi del volume addominale e la correzione di una eventuale lordosi lombare diminuisce anche la pressione/tensione esercitata sulla vescica e gli organi sessuali interni, soprattutto femminili. Questo spiega un notevole beneficio sulla diffusa incontinenza urinaria femminile, ma anche una migliore irrorazione e funzionalità dei genitali interni; oltre alla normalizzazione della sede, è soprattutto la disintossicazione dei tessuti da scorie e tossine a migliorare la funzionalità dei genitali con aumento della fertilità e diminuzione di disturbi mestruali o menopausali p.es: una migliore irrorazione a livello pelvico, aumenta inoltre la funzione sessuale maschile e femminile e diminuisce la predisposizione ad infezioni urinarie e genitali (vaginiti, prostatiti).

Apparato locomotore: scorie e detriti depositati soprattutto nelle capsule articolari e nei tendini causano dolore, irritazione e fragilità. I dolori si attenuano, muscoli e tendini si tonificano.

Pelle/capelli: una migliore circolazione sanguinea determina un ritorno del colorito ad un sano roseo, aumenta la tonicità della pelle ed evita la formazione di rughe anche con importanti cali ponderali; i capelli diventano più sani e folti, sempre per effetto di una migliorata irrorazione.

Umore: le sostanze tossiche prodotte dall’intestino agiscono anche a livello cerebrale; durante la cura si assiste quindi ad un risolversi di malumori e stati di stanchezza cronica e di irritabilità; aumenta la capacità di memoria e di concentrarsi; migliora l’efficienza psico-fisica in toto.