Si distingue una cura in regime ambulatoriale (a casa) da una in regime di degenza (presso una clinica specializzata, un albergo attrezzato etc.). Entrambe le forme presentano vantaggi e svantaggi e la scelta ottimale è sicuramente individuale.

Presso il mio ambulatorio è possibile ovviamente solo una cura ambulatoriale che permette di rimanere nel proprio ambiente (famiglia, lavoro) ed evita costi di alloggio. Permette inoltre di acquisire le nuove abitudini già nel proprio ambiente usuale di inserirle gradualmente nella Vostra vita quotidiana: questo riduce notevolmente il rischio di “ricadute” nei vecchi vizi ed errori. è senz’altro necessario ridurre l’abituale ritmo di vita per permettere il riposo e per trovare l’energia indispensabile per i processi disintossicanti, sia al livello del corpo che anche a quello della psiche. La cura è comunque possibile per chi rimane fuori casa anche tutto il giorno o per chi si deve spostare frequentemente.

La cura classica dovrebbe essere preceduta da un periodo di 1-2 settimane di pre-cura, durante la quale si riduce gradualmente eventuali abitudini nocive (fumo, alcol, caffé, dolciumi), si aumenta l’idratazione (acqua e/o tisane) e si inizia la pulizia dell’intestino con sali purganti isotoniche.

La cura Mayr vera e propria dura idealmente 2-3 settimane per avere l’efficacia auspicata. Durate minori sono comunque utili per l’organismo, ma permettono di ottenere benefici minori  e di minore durata. Durante l’intera cura è necessario uno stretto follow-up medico ogni 1-2 giorni per attenuare/evitare effetti collaterali e per sostenere la guarigione dell’intestino mediante il trattamento addominale manuale.



Alla fine del periodo di riposo dell’apparato digestivo vi è una fase di alimentazione controllata di graduale reintroduzione di cibi. Anche questa fase viene accompagnata accuratamente dal medico, perché alquanto delicata e fondamentale per ottenere e stabilizzare i benefici della cura.

Il digiuno, cioè la rinuncia temporanea e volontaria al cibo, è un rimedio antico dell’umanità. Non vi è praticamente nessuna religione che non consiglia tale prassi periodicamente per mantenere l’efficienza e rigenerare corpo e spirito. La medicina sec. F.X. Mayr utilizza i vari gradi di rinuncia per ottimizzare il beneficio per gli organismi con vari gradi di vitalità e resistenza. È quindi strettamente individuale e va applicata “su misura”, sotto costante controllo medico con esperienza ed una formazione specifica.